Stampa questa pagina

Giangiorgio Satragni

Strumento: Musicologia

Borsa di studio dal 2004 al 2004 , dal 2007 al 2007

Scuola frequentata con la borsa di studio: Università di Salisburgo e Magdalen College di Oxford

Giangiorgio Satragni (Torino, 1970) è stato borsista De Sono per la musicologia nel 2004 e nel 2007, rispettivamente per una ricerca sull’opera Il suono lontano di Franz Schreker (Università di Salisburgo e Università di Bologna) e su Richard Strauss e la pittura (Magdalen College di Oxford e Università di Bologna). Ha insegnato Storia della musica al Conservatorio di Firenze e al Politecnico di Torino, ove ha ricoperto, da ultimo, la titolarità del corso di Fondamenti tecnico-scientifici della musica.

Critico musicale del quotidiano «La Stampa» e corrispondente del mensile «Amadeus», è inoltre condirettore de «Gli spazi della musica», rivista scientifica online di musicologia e comparatistica pubblicata dall'Università di Torino. I suoi studi vertono principalmente sulla musica austro-tedesca dell'Ottocento e del Novecento e su autori della modernità, con saggi editi in Italia, Svizzera, Austria e convegni in Italia, Germania e Gran Bretagna.

E' autore del volume La modernità in musica. Dodici variazioni sul tema (L'Epos, 2014) e curatore della silloge Fulvio Vernizzi. Testimonianze sulla vita e sulla musica (Visual Grafika Edizioni, 2009). E' in stampa la monografia Richard Strauss dietro la maschera. Gli ultimi anni (EDT). I suoi progetti attuali riguardano una ricerca incentrata sulla teologia nel Parsifal di Wagner, tra l'Università di Torino e la Humboldt-Universität zu Berlin.

 

(aggiornamento: settembre 2014)