Stampa questa pagina

Ferdinando Vietti

Strumento: Violoncello

Borsa di studio dal 2006 al 2008

Scuola frequentata con la borsa di studio: Hochschule di Augsburg

Nato a Torino nel 1982, all’età di 5 anni Ferdinando Vietti inizia lo studio del violoncello con Antonio Mosca, per proseguire con Dario Destefano, che lo porterà a laurearsi con il massimo dei voti. Con il sostegno di una borsa di studio triennale della De Sono si è diplomato alla Hochschule di Augsburg con Julius Berger. Ha seguito corsi e masterclass anche con Enrico Dindo, Vittorio Ceccanti e Johannes Goritzki. I suoi studi sono stati sostenuti anche dalla Fondazione CRT di Torino.

Il suo percorso di crescita musicale si snoda attraverso le esperienze più diverse, dalla musica da camera all’orchestra e all’attività solistica, includendo anche il rock e il tango argentino. Numerosi sono i suoi successi in concorsi nazionali e internazionali, grazie ai quali ha potuto suonare con alcuni grandi musicisti in Europa e America, tra cui i solisti dei Berliner Philharmoniker, i flautisti Maxence Larrieu, Andrea Oliva e Davide Formisano, il clarinettista Milan Rericha, il fisarmonicista Richard Galliano, il Beaux Art String Trio, il Beethoven Piano Quartet. Con Oliva ha anche inciso un disco per la casa discografica Le Chant de Linos.

Collabora con diverse orchestre italiane, tra cui l’Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI. Per oltre tre anni ha ricoperto l’incarico di primo violoncello solo nella OSJ Symphonic in Svizzera e fa stabilmente parte della Orquesta Tipica di Alfredo Marcucci, un gruppo musicale che fa del tradizionale Tango Argentino la propria vocazione. Svolge inoltre attività didattica presso il Conservatorio della Valle d’Aosta.