Concerto30Anni
archi de sono
brahmsilprogressivo
Previous Next Play Pause
Concerto30Anni Concerto30Anni
archi de sono archi de sono
brahmsilprogressivo brahmsilprogressivo
concerti
Archivio concerti
Venerdì, 14 Giugno 2002 02:00

Caterina Arzani

Si è diplomata in pianoforte presso il Conservatorio di Musica “A. Vivaldi” di Alessandria con il massimo dei voti e la lode. Con il sostegno di una borsa di studio triennale della De Sono si è perfezionata con Sergio Perticaroli all’Accademia di Santa Cecilia, a Roma, e con Andrea Lucchesini all’Accademia di Musica di Pinerolo. Ha ottenuto per due volte la borsa di studio per la frequenza alla “Sommerakademie” del Mozarteum di Salisburgo, sotto la guida di Sergio Perticaroli.

Parallelamente agli studi musicali, si è laureata in Matematica presso la Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali dell’Università di Alessandria e ha tenuto conferenze sul connubio Musica e Matematica per diverse istituzioni.

Vincitrice di numerosi concorsi nazionali e internazionali, tiene concerti sia come solista sia in formazione da camera per importanti festival e istituzioni musicali. Ha inciso per BMG Ricordi il Concerto per pianoforte e orchestra n. 1 di Beethoven con l’Orchestra della Compagnia d’Opera Italiana sotto la direzione di Antonello Gotta. È accompagnatore al pianoforte della classe di canto presso l’Istituto Musicale Pareggiato “F. Vittadini” di Pavia e in diversi concorsi e corsi di perfezionamento ed è Direttore Artistico dell’Associazione di Musica e Cultura “F. Chopin”.

Giovedì, 14 Giugno 2007 02:00

Luisa Anzolin

Si è diplomata presso il Conservatorio "Giuseppe Verdi" di Torino nel 2002. Negli anni successivi ha seguito corsi di perfezionamento tenuti da trombettisti di fama internazionale quali Chris Martin, Reinhold Friedrich, Philip Smith, Markus Stockhausen e Hakan Hardenberger, in Italia e negli Stati Uniti. Ha studiato a lungo con Roberto Rivellini, membro dell’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai, e con Gabriele Cassone, con cui ha frequentato un corso di specializzazione presso l’Accademia di Santa Cecilia. Nel 2004 si è inoltre laureata in Musicologia presso l’Università di Pavia.

Dal 2005 al 2007 ha frequentato la Roosevelt University di Chicago con una borsa di studio della De Sono, conseguendo un Master of Music con Channing Philbrick, assistente prima tromba della Lyric Opera di Chicago. A Chicago ha fatto parte della Symphony Orchestra of Oak Park and River Forest, della Classical Symphony Orchestra e della Oistrakh Symphony Orchestra.

Ha lavorato con l’Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI, l’Orchestra del Teatro Petruzzelli di Bari e l’Orchestra del Teatro Massimo di Palermo; collabora inoltre con diverse formazioni regionali, tiene concerti ed esibizioni come solista ed è molto attiva nella musica da camera nell’ambito di festival nazionali e internazionali.

Svolge un’intensa attività di insegnamento strumentale presso scuole di musica e scuole secondarie a indirizzo musicale.

Mercoledì, 14 Giugno 1989 02:00

Gianluca Angelillo

Gianluca Angelillo, nato a Torino nel 1966, si è diplomato al Conservatorio "Giuseppe Verdi" della sua città con il massimo dei voti e la lode, sotto la guida di Vera Drenkova. Grazie a una borsa di studio della De Sono e del Ministero degli Esteri si è poi perfezionato al Conservatorio "P. I. Čaikovskij" di Mosca con Lev Naumov, con il quale ha seguito alcuni corsi estivi ad Asolo, Tours, Lille e Lubecca. Ha suonato in prestigiose sale tra cui il Conservatorio di Mosca, il Teatro «R. Valli» di Reggio Emilia, l’Auditorium e la Sala Cinquecento del Lingotto, il Conservatorio e il Teatro Regio di Torino, il Salone Brunelleschi a Firenze. Ha collaborato con attori importanti, quali Marisa Fabbri, Franca Nuti, Ottavia Piccolo, Franco Branciaroli e Massimo Popolizio. Ha partecipato come solista a trasmissioni radiofoniche e televisive (RAI e Radio 3) e ha registrato due cd prodotti dalla De Sono: Il salotto musicale russo, come solista, e Šostakovič per i suoi amici con Giacomo Agazzini e Claudia Ravetto. Ha collaborato con l’Orchestra Nazionale Sinfonica della RAI, la Mahler Chamber Orchestra, l’Orchestra della Radio Svizzera Italiana e con il Teatro Stabile di Torino in progetti teatrali e didattici. Nel settembre 2008 ha tenuto un recital nell’ambito della rassegna MITO al Piccolo Regio di Torino. Nel marzo 2010 ha suonato all’Istituto italiano di cultura di Bruxelles. Parallelamente all’attività concertistica si dedica all’insegnamento in Conservatorio e nei licei musicali.

Lunedì, 14 Giugno 1993 02:00

Laura Andriani

Dopo essersi diplomata a 17 anni presso il Conservatorio "Giuseppe Verdi" di Torino sotto la guida di Elena Guizzardi, ha proseguito gli studi con Franco Gulli e Salvatore Accardo.

Borsa di studio De Sono dal 1993 al 1997, ha conseguito il Solisten-Diplom alla Akademie der Stadt Basel sotto la guida di Adelina Oprean e ha frequentato le lezioni di Herman Krebbers in Olanda.

Alla guida del Quartetto d’archi Andriani ha studiato in Inghilterra, Austria e Italia con i membri del Quartetto Amadeus, Quartetto Smetana, Quartetto Allegri, Quartetto Berg e Quartetto Italiano.

Si è affermata in numerose competizioni tra cui il Concorso biennale di Vittorio Veneto e il Premio “Paganini” di Genova (Premio Speciale). Nel maggio 2003 è stata finalista al Concours International de Montréal e dall'agosto dello stesso anno è primo violino del Quatuor Alcan, uno dei più dinamici gruppi della scena musicale canadese, costantemente presente nelle principali stagioni concertistiche in Canada e Stati Uniti.

Si è esibita come solista con la Sinfonieorchester Basel, l'Orchestra di Padova e del Veneto, l’Orquesta Sinfónica del Nuevo Mundo di Mexico City, l’Orchestre Symphonique du Sanguenay-Lac-Saint-Jean; come camerista ha suonato in Europa, Canada, Stati Uniti, Cina e Corea. Inoltre dedica da sempre particolare attenzione alla musica contemporanea e ha partecipato all’attività del Divertimento Ensemble e di Sentieri Selvaggi.

Nel marzo 2014, ha riscosso grande successo con l’esecuzione in prima mondiale con I Musici di Montréal della Rhapsodie-Sérénade a lei dedicata da Alessandro Annunziata.

Venerdì, 14 Giugno 2013 02:00

Antonino Amico

Nato nel 1992, inizia gli studi presso il Corpo Musicale Cittadino di Saronno. Nel 2005 continua i suoi studi presso il Conservatorio "Giuseppe Verdi" di Como con Ezio Rovetta, diplomandosi con il massimo dei voti nel 2012.

Ha partecipato a numerose masterclasses tenute da maestri di fama internazionale quali Radovan Vlatkovic, Andrea Corsini, Danilo Stagni, Markus Maskuniitty, Michael Thompson.

Nel 2012 ottiene l’idoneità come corno di fila presso il Teatro alla Scala di Milano e come primo corno presso il Teatro Regio di Parma e si aggiudica il terzo premio al Concorso Nazionale “Città di Giussano”. Nel 2013 consegue l’idoneità per corno di fila presso l’Orchestra dell’Arena di Verona.

Ha collaborato in qualità di corno di fila con l'orchestra “1813” del Teatro Sociale di Como, l'Orchestra Filarmonica Italiana, I Musici di Parma, l’Orchestra del Teatro alla Scala di Milano, l’Orchestra della Filarmonica della Scala e con l’Orchestra del Teatro Regio di Torino, suonando sotto la guida di direttori quali James Conlon, Daniele Gatti, Gianandrea Noseda, Fabio Luisi, Gustavo Dudamel, Daniel Barenboim, Daniel Harding.

Nel giugno 2013 ha preso parte all’esecuzione del Ring del bicentenario wagneriano con l'Orchestra del Teatro alla Scala diretta da Daniel Barenboim.

 

Borsa di studio assegnata per l'anno accademico 2013-2014, in collaborazione con il Conservatorio "Giuseppe Verdi" di Torino e con il sostegno della Compagnia di San Paolo

Domenica, 14 Giugno 2009 02:00

Lautaro Acosta

Nato a Torino nel 1987, si è diplomato con il massimo dei voti, lode e menzione d'onore presso il Conservatorio "Giuseppe Verdi" della sua città sotto la guida di Edoardo Oddone. Con il sostegno dii una borsa di studio triennale della De Sono, ha frequentato l'Accademia CMT con il maestro Franco Mezzena e l'Accademia Nazionale di Santa Cecilia di Roma con Sonig Tchakerian. Ha partecipato a corsi e masterclasses con Massimo Marin, Giuliano Carmignola, Massimo Quarta, Uto Ughi.

È vincitore di numerosi concorsi, tra i quali il Concorso Musicale Europeo "Città di Moncalieri", la Rassegna Nazionale d'Archi "Mario Benvenuti" di Vittorio Veneto, il "Concorso Nazionale delle Arti" presso il Conservatorio "G. Verdi" di Torino, il Concorso Nazionale di esecuzione musicale "Hyperion" Città di Ciampino, il Concorso Internazionale per giovani musicisti "Città di Barletta".

Ha realizzato numerosi lavori discografici nei più vari ambiti musicali (barocco, jazz Fusion, folk, rock progressive, tango) come "First Live in Japan" con il gruppo Arti & Mestieri, "Odisea Negra" con l ensmble La Chimera (Naive Records), "Sin Paritura. Il violino nella musica popolare argentina" (Electromantic Music).

Giovedì, 14 Giugno 2012 02:00

Elena Abbati

Nata nel 1990, ha iniziato lo studio del violino a sette anni.

Si è diplomata presso il Conservatorio di Perugia sotto la guida di Paolo Franceschini per il violino e di Francesco Pepicelli per la musica da camera e successivamente nel 2010 al Conservatorio “Giuseppe Verdi” di Torino sotto la guida di Giacomo Agazzini, Claudia Ravetto e Carlo Bertola. Borsista De Sono dal 2012 al 2014, frequenta attualmente il Bachelor of Music Künstlerische e Pädagogische Profil sotto la guida di Julia Schroeder e di Ulf Hoelscher presso la Hochschule für Musik Freiburg.

Si è perfezionata con Cristiano Rossi presso le Accademie di Lucca e Firenze, con Dora Schwarzberg e Adrian Pinzaru all'Accademia di Musica di Pinerolo e ha frequentato masterclasses tenute da Vadim Brodsky, Carlo Chiarappa, Berent Korfker e Mark Gothoni. Nel 2007 è stata finalista della "Rassegna d'archi" di Vittorio Veneto.

Nel 2008 e 2009 è stata membro dell'orchestra da camera "I Solisti di Perugia" esibendosi in Italia e all'estero. Nel 2010 ha preso parte all'Accademia Internazionale "Collegium Musicum" di Pommersfelden. Ha collaborato con l'Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai ed è stata accademista dell'Orchestra Filarmonica di Torino. Nel 2013 ha fatto parte dell'orchestra giovanile tedesca Junge Deutsche Philharmonie.

Pagina 46 di 46