Concerto30Anni
archi de sono
brahmsilprogressivo
Previous Next Play Pause
Concerto30Anni Concerto30Anni
archi de sono archi de sono
brahmsilprogressivo brahmsilprogressivo
concerti
Archivio concerti
Giovedì, 20 Dicembre 2018 13:22

Francesco Maccarrone

Francesco Maccarrone, nasce nel 1997 ad Aosta. Intraprende lo studio del pianoforte in età giovanissima e all’età di nove anni è ammesso al Conservatorio “Giuseppe Verdi” di Torino nella classe di Claudio Voghera, sotto la cui guida si diploma nel 2016 con il massimo dei voti e la lode. Ha seguito inoltre masterclasses con i pianisti Benedetto Lupo, Andrea Lucchesini, Pavel Gililov e Aleksandar Madzar. Attualmente è iscritto all'Accademia di Musica di Pinerolo con Gabriele Carcano. Vincitore di numerosi concorsi, ha preso parte a recitals in molte città italiane suonando, tra l'altro, alla Reggia di Venaria per il Festival “Musica a Corte”, a Vercelli per la Camerata Ducale (vincendo il premio del pubblico come miglior concertista della rassegna) e nelle Stagioni Concertistiche dell'Unione Musicale. Nel 2015 ha inaugurato la Stagione Concertistica del Conservatorio di Torino, eseguendo il Primo Concerto per pianoforte e orchestra in mi minore op.11 di Fryderyk Chopin, accompagnato dall'orchestra del Conservatorio, sotto la direzione del M° Giuseppe Ratti. In seguito è stato invitato dal Gruppo Dirigenti Fiat a replicare il concerto di Chopin all'Auditorium del Lingotto di Torino per il tradizionale Concerto di primavera. Nel 2017 è risultato vincitore delle borse di studio Premio Stefano Tempia e Talenti Musicali della fondazione CRT. Nel 2018 è stato invitato dal Ministero della Cultura del Bahrain a tenere un recital nella capitale Manama.

 

Borsa di studio assegnata per l'anno accademico 2018-2019, in collaborazione con il Conservatorio "Giuseppe Verdi" di Torino e con il sostegno della Compagnia di San Paolo.

Giovedì, 20 Dicembre 2018 13:06

Davide Maffolini

Inizia lo studio del violoncello nel 2007 presso il Conservatorio “Luca Marenzio” di Darfo Boario Terme, sezione staccata di Brescia, sotto la guida di Fabio Guidolin; nel 2014 si trasferisce presso il Conservatorio “Giuseppe Verdi” di Torino per proseguire gli studi con Massimo Macri. Si diploma nel 2016 con il massimo dei voti e nel 2018 consegue la laurea di perfezionamento con il massimo dei voti, lode e menzione d'onore. Durante gli anni di studio ha partecipato a varie masterclasses di violoncello e musica da camera tenute, tra gli altri, da G. Sollima, M. Brunello, E. Dindo, U. Hofmann, T. Demenga, A. Ganz, B. Giuranna e dal Trio Debussy. Ha vinto concorsi nazionali ed internazionali e varie borse di studio tra le quali Ducale Lab, Immirzi Pennarola, Walter Baldasso. Ha preso parte alla prestigiosa stagione concertistica dell'Unione Musicale di Torino 2017/2018 partecipando al Festival Schumann.Collabora con varie orchestre tra le quali l'Orchestra Filarmonica di Torino, l'Orchestra da camera Giovan Battista Polledro, l'Orchestra Sinfonica di Asti e l'Orchestra di Brescia. Oltre all'attività orchestrale, si dedica al repertorio cameristico suonando stabilmente in duo e in trio.

 

Borsa di studio assegnata per l'anno accademico 2018-2019, in collaborazione con il Conservatorio "Giuseppe Verdi" di Torino e con il sostegno della Compagnia di San Paolo.

Giovedì, 20 Dicembre 2018 12:50

Francesco Bagnasco

Ha iniziato lo studio del violino nella classe di Riccardo Capanni presso il Conservatorio “N. Paganini” di Genova e si è diplomato nel 2014 con il massimo dei voti sotto la guida di Valerio Giannarelli. Nel 2017 ha ottenuto il diploma accademico di II livello presso il Conservatorio “G. Verdi” di Torino nella classe di Piergiorgio Rosso con il massimo dei voti e lode. Ha partecipato a numerose masterclasses di violino e di musica da camera, con Michael Frischenslager, Cristiano Rossi, Bin Huang, Adrian Pinzaru, Klaidi Sahatci, Marco Fiorini. Ha suonato nel Quartetto Januensis, seguendo i corsi tenuti da Nuovo Quartetto Italiano, Quartetto di Cremona, Quartetto Prometeo e Delian Quartett. Dal 2015 al 2018 ha seguito i corsi di perfezionamento presso l'Accademia di Musica di Pinerolo nella classe di Adrian Pinzaru. Ha collaborato con diverse orchestre: Orchestra Haydn di Bolzano e Trento, Orchestra da Camera di Perugia, Archi De Sono, Filarmonica di Torino, Filarmonica di Milano, Colibrì Ensemble. È stato per tre anni violinista del Noos Ensemble, ensemble di musica contemporanea diretto da Massimo Lauricella, esibendosi in Italia e Francia e dall’autunno 2014 suona in duo con il chitarrista Fabio De Lorenzo, con il quale esegue il repertorio per violino e chitarra di N. Paganini, in collaborazione con l'Associazione Genovapiedi e l'Associazione Amici di Paganini. Dal 2016 collabora con il musicattore Luigi Maio, eseguendo l’Histoire du Soldat di I.Stravinskij e lo spettacolo Inferno da Camera di Luigi Maio.

 

Borsa di studio assegnata per l'anno accademico 2018-2019, in collaborazione con il Conservatorio "Giuseppe Verdi" di Torino e con il sostegno della Compagnia di San Paolo.

 

Giovedì, 29 Novembre 2018 15:09

Contemporary Music Notation

Un tentativo di ricognizione di una terra divenuta semioticamente incognita: la notazione musicale nei suoi sviluppi novecenteschi. Ciò che questo studio si propone è una riflessione introduttiva a una semiotica della notazione intesa, allo stesso tempo, come riflessione sulla notazione alla luce della semiotica e lavorìo semiotico che è proprio della notazione in quanto tale. Da un lato, si tratta di rendere conto della storicità del fenomeno e della riflessione semiotica che lo ha stimolato e che ne è sortita; la particolare flagranza del problema nel periodo 1950-70 è allora indagata in relazione a cause che si potrebbero definire sia "interne" (il mutato stato del materiale musicale, le pratiche compositive seriali e post-seriali, l'happening e l'improvvisazione) sia "esterne" (il rapporto con altri settori della cultura: dalle arti visive, alla letteratura, alla filosofia). L'insieme delle produzioni notazionali considerate nel testo è, d'altro canto, un banco di prova di rilievo assoluto per l'osservazione delle dinamiche soggiacenti a un problema semioticamente centrale come quello della notazione, e del doppio ordine (tra ciò che segna e ciò che è fatto segno) che immediatamente essa evoca: duplicità che riacquista nuova produttività alla luce del problema teoricamente cruciale della traduzione intersemiotica.

ambien sleeping pills online diazepam pills online

Martedì, 16 Ottobre 2018 20:30

Concerto per i trent’anni della De Sono

ore 19.30 Sala «A. Casella»

Caffè con Francesca Camerana

 

ore 20.30 Salone

Archi De Sono orchestra da camera

Alessandro Moccia primo violino concertatore

Chiara Biagioli pianoforte

 

Wolfgang Amadeus Mozart (1756-1791)

Concerto per pianoforte n. 23 in la maggiore KV 488

Ludwig van Beethoven (1770-1827)

Sinfonia n. 3 in mi bemolle maggiore op. 55 «Eroica»

 

Ingresso libero

 

Programma di sala

Giovedì, 29 Novembre 2018 21:00

Premio Renzo Giubergia 2018

Premio Renzo Giubergia

VI Edizione

al mezzosoprano Laura Capretti

 

Archi De Sono orchestra da camera

Helena Winkelman primo violino concertatore

Laura Capretti mezzosoprano

 

Richard Wagner (1813-1883)

Wesendonck-Lieder per voce e orchestra da camera

(arrangiamento Erik Battaglia)

Igor Stravinskij (1882-1971)

Pulcinella, suite da concerto

 

 Ingresso libero

 

Programma di sala

 

 

 

Lunedì, 08 Aprile 2019 20:30

Quintetti

Lyn Vladimir Mari violino

Beatrice Spina violino

Giuseppe D'Errico viola

Giulio Sanna violoncello

Giovanni Carraria Martinotti pianoforte

 

Robert Schumann (1810-1856)

Quintetto in mi bemolle maggiore op. 44

Dmitrij Šostakovič (1906-1975)

Quintetto in sol minore op. 57

 

Ingresso libero

 

Programma di sala

 

Martedì, 04 Giugno 2019 20:30

Ritorno al Futuro - ANNULLATO

Si avvisa il gentile pubblico che per un'indisposizione dell’artista il concerto in oggetto è annullato e rimandato a data da destinarsi.

 

V Edizione

ore 19.30 Sala «A. Casella»

Caffè con Gianluca Cascioli

 

ore 20.30 Salone

Gianluca Cascioli pianoforte

 

Fryderyk Chopin (1810-1849)

Selezione dagli Studi op. 10 e op. 25

Claude Debussy (1862-1918)

Selezione da Douze Études

La cathédrale engloutie

Béla Bartók (1881-1945)

6 Danze in ritmo Bulgaro da Mikrokosmos

György Ligeti (1923-2006)

Selezione da Études e Musica Ricercata

 

Ingresso libero

Giovedì, 13 Dicembre 2018 20:30

Omaggio a Debussy

ore 19.30 Sala «A. Casella»

Caffè con Andrea Malvano

offerto da Lavazza

 

ore 20.30 Salone

Alena Dantcheva soprano

Francesco Bergamasco pianoforte

 

Claude Debussy (1862-1918)

Ariettes oubliées per voce e pianoforte L. 60

Children’s Corner per pianoforte L. 113

Pour le piano per pianoforte L. 95

Francis Poulenc (1899-1963)

Trois chansons per voce e pianoforte

Claude Debussy (1862-1918)

Fêtes galantes per voce e pianoforte

 

Ingresso libero

 

Programma di sala

 

Giovedì, 29 Novembre 2018 21:00

Premio Renzo Giubergia 2018

Premio Renzo Giubergia

VI Edizione

al mezzosoprano Laura Capretti

 

Archi De Sono orchestra da camera

Helena Winkelman primo violino concertatore

Laura Capretti mezzosoprano

 

Richard Wagner (1813-1883)

Wesendonck-Lieder per voce e orchestra da camera

(arrangiamento Erik Battaglia)

Igor Stravinskij (1882-1971)

Pulcinella, suite da concerto

 

Ingresso libero

 

Programma di sala