Concerto30Anni
archi de sono
brahmsilprogressivo
Previous Next Play Pause
Concerto30Anni Concerto30Anni
archi de sono archi de sono
brahmsilprogressivo brahmsilprogressivo
concerti
Archivio concerti
Lunedì, 02 Maggio 2005 02:00

Quartetto

QUARTETTO D'ARCHI DELLA SCALA

Francesco Manara violino

Pierangelo Negri violino

Simonide Braconi viola

Massimo Polidori violoncello

 

Anton Webern (1883-1945)

Langsamer Satz

Ludwig van Beethoven (1770-1827)

Quartetto in fa maggiore op. 18 n. 1

Johannes Brahms (1833-1897)

Quartetto in si bemolle maggiore op. 67 n. 3

 

Scarica il programma di sala

zopiclon online bestellen stilnox online kaufen

Martedì, 10 Febbraio 2015 01:00

Enea Luzzani

Nato a Borgomanero (NO) nel 1993, ha intrapreso lo studio del flauto fin da giovanissimo. Ha conseguito il diploma di vecchio ordinamento nell'ottobre 2009, il biennio di specializzazione in flauto nel novembre 2012 e il biennio in didattica musicale nel giugno 2014, tutti con il massimo dei voti e la lode. Ha seguito i corsi di perfezionamento di Michele Marasco a Firenze e di Andrea Oliva all'Accademia di Santa Cecilia a Roma e masterclasses con M. Ancillotti, C. Klemm, B. Kuijken, P. Taballione, M. Ziegler e M. Zoni.

Attualmente frequenta il Master of Arts in Music Performance presso il Conservatorio della Svizzera Italiana, nella classe di Andrea Oliva e contemporaneamente si perfeziona a Monaco con Paolo Taballione.

Ha vinto premi in numerosi concorsi nazionali e internazionali: tra i più recenti, nel 2014, il Concorso Flautistico Nazionale "E. Krakamp'', il Concorso Internazionale "Crescendo" e il Concorso Internazionale "Riviera Etrusca". Ha fatto parte del Trio "Koinè" (flauto. violino e chitarra) con il quale ha vinto premi in concorsi nazionali e svolto attività concertistica e attualmente si esibisce con il “Trio Luzzani (flauto, violino, violoncello).

È primo flauto dell'Orchestra Sinfonica Città di Magenta, collabora con l’Orchestra Carlo Coccia di Novara ed è risultato idoneo nell’audizione per flauto e ottavino del Teatro Carlo Felice di Genova.

 

Borsa di studio assegnata con il sostegno della Compagnia di San Paolo.

Mercoledì, 18 Febbraio 2015 01:00

Federico Forla

Nato a Torino nel 1989, si è diplomato presso il Conservatorio "Giuseppe Verdi" sotto la guida di Bruno Oddenino e ha proseguito il perfezionamento presso l'Accademia de I Musici di Parma con Christoph Hartmann e a Torino con Luigi Finetto.

Dopo aver ottenuto nel 2016 il Master Classical Music al Koninklijk Conservatorium Den Haag con Karel Schoofs e Alexei Ogrintchouk, sta ora seguendo il Bachelor in oboe barocco con Frank de Bruine.

Si è esibito come solista in Piemonte e in Italia e ha collaborato con diverse orchestre quali la Camerata Ducale, l'Orchestra Guido d'Arezzo, l'orchestra de I Musici di Parma, la Residentie Orkest, con grandi direttori e solisti.

Numerose sono anche le esperienze cameristiche, sia Italia sia all'estero; in Olanda collabora con diversi compositori alla creazione di pezzi cameristici e per oboe solo. Ha collaborato con l’Ensemble Zoutman, con la Metropole Academy, con la Paul Taylor Orchestra, con l’ensemble Quartola e ha creato il gruppo cameristico ADEM Ensemble. Come oboe barocco collabora con l’orchestra barocca Concerto Valiante, l’ensemble Le Concert d’Apollon e con il gruppo L’Arco Sonoro.

 

Borsa di studio assegnata con il sostegno della Compagnia di San Paolo.

buy clomid without prescription

Sabato, 10 Gennaio 2015 01:00

Fabiola Tedesco

Nata a Moncalieri (TO) nel 1997, dopo aver cominciato giovanissima lo studio del violino, ha frequentato il Conservatorio "Giuseppe Verdi" di Torino dove si è diplomata nel 2014, con il massimo dei voti, lode e menzione speciale, sotto la guida di Sergio Lamberto. Ha seguito masterclasses con Vadim Brodsky, Uto Ughi e Tyoko Takezaw e segue regolarmente le masterclasses di Ana Chumachenco in tutta Europa.

Attualmente si perfeziona con Rudens Turku presso il Voralberger Landeskonservatorium di Feldkirch (Austria) e presso l’Accademia Perosi di Biella con il sostegno della De Sono che, nel 2016, le ha anche assegnato la Borsa di studio del pubblico.

Vincitrice di numerosi concorsi nazionali e internazionali, è borsista di De Sono Associazione per la Musica (da cui ha ottenuto anche la Borsa di Studio del Pubblico nel 2016), Fondazione CRT, Friends of Rudens Turku e International Musical Academy of Liechtenstein.

Si esibisce regolarmente in Europa e Sud America. Ha preso parte a importanti festival, tra cui MITO, Il Bello da Sentire (Musei Vaticani), Kronberg Academy, Starnberger Musiktage, Musiktage Seefeld, Festival Europeo de Solistas (Caracas). Come solista si è esibita con Kiev Radio Philarmonic Orchestra, Collegium Musicum Ostschweiz, Orquesta Sinfonica Juvenil José Francisco del Castillo, Perosiensemble, Orchestra dell'Università di Innsbruck, Orchestra del Conservatorio “G. Verdi” di Torino, Vorarlberger Landeskonservatorium Symphony Orchestra. Fabiola Tedesco suona un violino costruito da A. D'Espine (Torino, 1820). Il prestito di questo strumento rientra nell'attività del progetto "Adopt a Musician", una fra le iniziative ideate e gestite da MusicMasterpieces - Lugano.

 

Borsa di studio assegnata con il sostegno della Compagnia di San Paolo.

Venerdì, 20 Febbraio 2015 01:00

Andrea Albano

Nato a Moncalieri nel 1993, si è diplomato a pieni voti al Conservatorio "Giuseppe Verdi" di Torino sotto la guida di Claudio Chiavazza nel 2013. Ha seguito numerose masterclasses con alcuni dei più affermati clarinettisti del panorama musicale e ha frequentato il Conservatorio della Svizzera Italiana di Lugano dove, dopo aver conseguito il Master of Arts in Music Pedagogy nel 2015, ha frequentato il Master of Arts in Music Performance sotto la guida di François Benda. Attualmente studia presso l'Accademia di perfezionamento dell’Orchestra “I Musici di Parma” a Salsomaggiore nella classe di Stefano Conzatti.

Partecipa costantemente alle produzioni musicali del Conservatorio di Torino, ha suonato per diverse rassegne artistiche, fra cui il Festival jazz di Moncalieri e la recente "Attorno a Schumann" curata dall'Accademia del Coro Maghini. Per l'associazione "Torino-Chambery" si è esibito in Italia e in Francia sia con il quartetto di clarinetti EbaNoeBamBù, di cui è membro stabile, sia con il settimino composto da allievi del Conservatorio di Torino. Nel 2012 ha vinto l'audizione dell'orchestra dell'Accademia di Abbiategrasso, diretta da Riccardo Doni e Sergio Delmastro e nel 2014 è risultato idoneo alle audizioni per la formazione dell'orchestra torinese "Gian Battista Polledro".

Ha suonato sotto la direzione di importanti direttori tra cui Vladimir Verbitsky, Arturo Tamayo, Gabor Mezsaros e Omar Zoboli. Attivo nella musica da camera, si è esibito con importanti musicisti fra cui Yuval Gotlibovich, Gabor Mezsaros, Anna Kravtchenko e Mario Ancillotti.

 

Borsa di studio assegnata con il sostegno della Compagnia di San Paolo.

Giovedì, 15 Gennaio 2015 01:00

Giuseppe D'Errico

Nato a Moncalieri nel 1993, ha iniziato lo studio del violino con Cristina Romagnolo e ha proseguito con Christine Anderson e Piergiorgio Rosso, diplomandosi al Conservatorio di Torino. Grazie al sostegno della De Sono, nel 2016 ha conseguito con lode il Master in Music Pedagogy presso il Conservatorio della Svizzera Italiana di Lugano sotto la guida Yuval Gotlibovich per la viola e di Anna Modesti per pedagogia, con una tesi sullo yoga come supporto alla didattica violinistica che ha vinto nel 2018 il premio di laurea della Yoga Associazione Nazionali Insegnanti. Ha conseguito il primo livello del metodo Suzuki con Liana Mosca e frequenta il secondo con Virginia Ceri a Firenze. Studia viola barocca al Conservatorio di Verona nella classe di Stefano Marcocchi. Hanno contribuito alla sua formazione strumentale Simonide Braconi, Simone Briatore e Ula Ulijona; Carlo Bertola, Antonio Valentino e l’Accademia “W. Stauffer” per la musica da camera; la collaborazione con artisti come Tomas Netopil, Arturo Tamayo, Christian Schumann.

Borsa di studio assegnata con il sostegno della Compagnia di San Paolo.

Lunedì, 02 Febbraio 2015 01:00

Amedeo Fenoglio

Nato a Chieri (TO) nel 1989, ha cominciato lo studio del violoncello a 11 anni al Conservatorio "Giuseppe Verdi" di Torino con Sergio Patria, proseguendo poi con Massimo Macrì e ottenendo il diploma con lode nel 2011. Presso lo stesso Conservatorio ha studiato composizione con Giulio Castagnoli, diplomandosi col massimo dei voti nel 2013. Ha seguito masterclasses tenute da Thomas Demenga, Rafael Rosenfeld, Niklas Eppinger e Natalia Gutman e frequenta il corso di violoncello di Giovanni Sollima presso l'Accademia Nazionale di Santa Cecilia a Roma. Con il sostegno della De Sono ha frequentato il Master of Arts in Music Performance presso la Hochschule für Musik di Basilea nella classe di Thomas Demenga, diplomandosi nel 2016.

Ha collaborato con l'Orchestra Filarmonica di Torino, l'Orchestra della Fondazione CRT, l'Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI, la Filarmonica '900, l'Orchestra Archi De Sono e l'Orchestra del Teatro Regio di Torino, con la quale, nel 2014, ha partecipato ai Festival musicali di Stresa, Ravello ed Edimburgo. Suona in trio con Giuseppe Locatto e Giorgia Delorenzi, con i quali ha partecipato ai corsi di Alexander Lonquich, presso l'Accademia Musicale Chigiana di Siena, e del Trio Debussy all'Accademia di Musica di Pinerolo. Nel 2013 ha vinto una borsa di studio della Fondazione CRT nell'ambito del "Master dei Talenti Musicali" e nel 2015, attraverso la De Sono, ha ricevuto un Premio finanziato dal circolo Inner Wheel.

 

Borsa di studio assegnata con il sostegno della Compagnia di San Paolo.

Lunedì, 02 Marzo 2015 01:00

Antonella De Franco

Nata a Torino nel 1993, ha frequentato la classe di Gabriella Bosio presso il Conservatorio "Giuseppe Verdi" di Torino dove si è brillantemente laureata nel 2014 con il massimo dei voti e la lode. Grazie al progetto Erasmus, si è perfezionata con Annie Lavoisier al Conservatoire Royal de Bruxelles. Borsa di studio della De Sono dal 2015, ha conseguito il Master alla Haute École de Musique de Lausanne nella classe di Letizia Belmondo e attualmente continua il perfezionamento con Fabrice Pierre a Milano.

Ha seguito masterclasses con Mara Galassi, Gabriella Dall’Olio, Marie-Pierre Langlamet, Isabelle Perrin, Luisa Prandina, Emmanuel Ceysson, Margherita Bassani, Catherine Michel e Park Stickney.

Ha vinto numerosi premi in concorsi tra cui il concorso "Giovani Talenti della Musica" Soroptimist lnternational d'Italia, il concorso di arpa "Valentino Bucchi" e il concorso internazionale "Luigi Nono" di Venaria Reale.

Nell'ambito del Conservatorio di Torino si è esibita come solista con l'orchestra nel 2011 e nel 2012, ha preso parte a importanti manifestazioni musicali organizzate presso la Reggia di Venaria, ha vinto il premio "Agnelli-Vendemmiati" e la borsa di studio "Lucia Immirzi Pennarola" e ha partecipato a scambi concertistici presso importanti Conservatori europei.

Nell'ottobre 2015 è risultata idonea all'audizione di prima arpa con obbligo della seconda al Teatro Carlo Felice di Genova, ha vinto la borsa di studio del Progetto Talenti Musicali CRT e le è stato assegnato, tramite la De Sono, il Premio Inner Wheel.

Ha suonato con "Musica Civica Ensemble", con la Filarmonica '900 del Teatro Regio di Torino, ha partecipato al tour dell'Orchestre des Continents a Singapore, ha collaborato con l’Orchestra Sinfonica di Asti al Festival di Ravello e nel novembre 2016 ha partecipato alla tournée dell'Orchestre de Chambre de Lausanne in Svizzera, Francia e Spagna.

 

Borsa di studio assegnata con il sostegno della Compagnia di San Paolo.

Martedì, 27 Giugno 2006 02:00

Archinconcerto 4

Archi De Sono orchestra da camera

Markus Dänert primo violino concertatore

Wolfgang Amdeus Mozart (1756-1791)

Serenata notturna in re maggiore KV 239

Anton Arenskij (1861-1906)

Variazioni su un tema di Čajkovskij

Josef Suk (1874-1935)

Serenata per archi in mi bemolle maggiore op. 6

 

Scarica il programma di sala

Martedì, 27 Giugno 2006 02:00

Archinconcerto 4

Archi De Sono orchestra da camera

Markus Dänert primo violino concertatore

Wolfgang Amdeus Mozart (1756-1791)

Serenata notturna in re maggiore KV 239

Anton Arenskij (1861-1906)

Variazioni su un tema di Čajkovskij

Josef Suk (1874-1935)

Serenata per archi in mi bemolle maggiore op. 6

 

Scarica il programma di sala